Ovetti di cioccolato…alla “coque”

Ovetti di cioccolato…alla “coque”

Non ci si crede davvero…eppure Pasqua è già alle porte!
Quest’anno cade prima del solito e il tempo è ancora tutt’altro che primaverile, purtroppo.
Qualunque sia il vostro programma per questa ricorrenza, è chiaro che qualcosa non potrà assolutamente mancare sulle vostre tavole: l’uovo!

Eh sì, l’uovo è uno dei simboli indiscussi della tradizione pasquale, emblema di vita nuova e fertilità (per una festa che, non casualmente, cade in Primavera).

Quest’anno ho realizzato in casa degli ovetti al cioccolato un po’ speciali, che si prestano benissimo ad essere serviti come dessert al termine del pranzo pasquale…o perchè no, anche nei giorni successivi alla Pasqua, quando di certo scrutando tra la dispensa in cucina vi accorgerete di avere quintali di cioccolato avanzato dalla uova pasquali che sarebbe carino riutilizzare in qualche modo… Ebbene, questa che vi do’ può costituire anche un’ottima idea per un dolce di “riciclo” realizzato utilizzando il tanto cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua!

Per realizzare questi ovetti di cioccolato casalinghi ho utilizzato degli stampini in silicone di medie dimensioni (i miei erano decorati con ghirigori e stelline ma se ne trovate di lisci… andranno benissimo ugualmente!).
Vi servirà cioccolato fondente al 70% che dovrete far sciogliere a bagnomaria e poi temperare fino a raggiungere una temperatura di 31° in modo da rivestire facilmente i vostri stampini, rimuovendo il cioccolato in eccesso. Per temperare il cioccolato io utilizzo alcuni pezzetti di cioccolato che, mescolati al cioccolato fuso e ancora caldo, lo raffreddano fino alla temperatura desiderata (ovviamente dovrete munirvi di un termometro per alimenti).
Una volta rivestiti gli stampini, fate raffreddare completamente le vostre calotte di cioccolato prima di procedere all’estrazione.
Per unire le calotte potrete utilizzare due metodi: il primo (consigliabile soprattutto se avete stampini lisci, cioè senza ghirigori e decorazioni come i miei!) consiste nel riscaldare appena i bordi di una delle calotte di cioccolato sul fondo di una padella che avrete appena scaldato sul fuoco. Una volta fatto ciò, “incollate” tra di loro le calotte e fate raffreddare gli ovetti ulteriormente fino a che non saranno perfettamente sigillati.
Un secondo metodo, più rustico – se vogliamo – e meno “preciso”, consiste nell’avvicinare le calotte tra di loro e spennellare i bordi esterni con del cioccolato fuso, che lascerete poi raffreddare come descritto sopra. Un metodo meno preciso ma che non rovinerà l’aspetto degli ovetti realizzati con stampini decorati (come nel mio caso, vedi foto! Carini, no?!).

Una volta realizzati i vostri ovetti di cioccolato, dovrete togliere le calotte per farcirli con il vostro ripieno, in modo che sembrino in tutto e per tutti dei veri e propri ovetti di cioccolato alla coque.

Munitevi di un coltellino affilato. Riscaldatene la lame sul fuoco, dopodichè incidete la calotta a zig-zag, stando bene attenti a non rompere l’uovo. Tenete le calotte da parte per la presentazione finale.

Et voilà! Il gioco è fatto.

Ora non vi resterà altro che concentrarvi sul ripieno. Vi lascio alcune idee, entrambe valide ed estremamente gustose.

Per la parte bianca (che chiamerei “albumi simulati”): 

1. montate a neve ferma della panna montata e riempitevi i vostri ovetti. Questa è la prima idea di “albume simulato”
2. preparate una mousse alla ricotta (buonissima!) e farcite con essa i vostri ovetti. Qui di seguito indicherò dosi e procedimento per riempire 4/6 ovetti (a seconda delle dimensioni dei vostri stampini):

Mousse (dolce) alla ricotta

300 g ricotta fraschissima
4 g colla di pesce
60 g zucchero a velo
1 fialetta di estratto di vaniglia
4 cucchiai di panna montata
1 cucchiaio di latte

Fate ammollare la colla di pesce in acqua fredda per circa 10 minuti.
Mescolate la ricotta con lo zucchero a velo e con il rum (o con l’estratto di rum o con l’estratto di vaniglia, a seconda dell’aroma prescelto).
Una volta che la colla di pesce si sarà ammollata, scioglietela nel latte caldo ed unitela alla ricotta, mescolando bene. Unite infine la panna montata, mescolando delicatamente dall’alto verso il basso per evitare che il composto si smonti.
Riponete in frigo per almeno un’ora, dopodichè estraete la vostra mousse dal frigorifero, riempitevi una sacca da pasticcere e farcite con essa i vostri ovetti di cioccolato.

Per il rosso (che chiamerei “tuorli simulati”):

1. metodo “Luca Montersino”: utilizzate un’albicocchina sciroppata (o il “cuore” di una pesca sciroppata).
2. Realizzate una crema all’arancia molto densa che modellerete a forma di sfera e che inserirete poi al centro della vostra panna montata (o della vostra mousse di ricotta). Ecco ingredienti e procedimento per la crema all’arancia più adatta allo scopo:

Crema densa di arancia (“tuorlo simulato”):

1 uovo intero
succo e scorza grattugiata di metà arancia (rigorosamente non trattata)
40 g di zucchero semolato
1 cucchiaio di farina 00
25 g di burro a pezzetti

Unite in un pentolino l’uovo sbattuto, lo zucchero, la scorza di arancia grattugiata più il suo succo, il burro a pezzetti. Fate sciogliere sul fuoco basso mescolando di continuo, dopodichè unite la farina setacciata. Mescolate fino a che la crema non si sarà addensata. Se necessario, passate la crema al setaccio per togliere eventuali grumi. Versate la crema in una tazza e coprite a filo con un foglio di pellicola trasparente. Fate raffreddare in frigorifero per un’oretta circa. una volta che la crema sarà sufficientemente soda, prelevatene delle piccole porzioni utilizzando un cucchiaino da thè come misura e modellate con le dita delle palline, che inserirete al centro del vostro ovetto.

Vi è piaciuta questo post?! Spero di sì, in questo caso…condividetelo con i vostri amici! 🙂

Un cara augurio anticipato di Buona Pasqua a tutti voi!!!

8 Comments

  • by Monique, post on | Reply

    che simpatici!!

  • by Valentina Minibonbons, post on | Reply

    troppo belli!!!

  • by sharon sala, post on | Reply

    bellissime, dovrei trovare solo gli stampi.
    oppure giro la ricetta a mio fratello e lascio che li faccia lui 🙂

  • by Chiara Setti, post on | Reply

    Un vero capolavoro!!! Complimenti!!

  • by Monica Chiocca, post on | Reply

    Sono di una bellezza disarmante 🙂 complimenti!

  • by Loredana, post on | Reply

    Molto molto belli! 🙂

  • by raffy, post on | Reply

    troppo simpatici, troppo golosi!!!

  • by conunpocodizucchero Elena, post on | Reply

    non ci credo!!!! ma sono fighissimi!!! scusa non so se può dire ma è la parola più appropriata! 🙂
    buona pasqua!

Leave a Reply

Your email address will not be published.